Informazioni sulla sostenibilità


Il Gruppo Mediolanum e la finanza sostenibile


Il Gruppo Mediolanum considera la sostenibilità parte integrante della propria cultura e uno degli elementi fondamentali del proprio modello di business, in grado di generare valore aggiunto nel lungo termine e contribuire alla realizzazione della propria Vision e dei propri valori di Libertà, Relazione, Innovazione e Impegno verso gli stakeholders, a partire da clienti, investitori e collettività.
La nostra Vision è in linea con l'Action Plan definito dalla Commissione Europea per rafforzare il ruolo della finanza nella realizzazione di un'economia efficiente che consegua anche obiettivi ambientali e sociali.
La sostenibilità rappresenta una scelta strategica per la quale le Società del Gruppo Mediolanum condividono le linee guida fondamentali e hanno sviluppato un approccio agli investimenti responsabili che coniuga gli obiettivi economici e di redditività con i fattori ESG (Environmental, Social, Governance) nell'analisi e nella gestione delle soluzioni di investimento.
Tale approccio si avvale di un sistema di governance che, attraverso normative e procedure interne, mira a favorire la diffusione di valori quali la correttezza professionale e il rispetto di leggi e regolamenti.

Nell’ottica di perseguire gli obiettivi di trasparenza previsti dal Regolamento europeo 2019 / 2088 Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR) in tema di informativa sulla sostenibilità, Mediolanum Gestione Fondi SGRpA  comunica le modalità con cui:
• integra i rischi di sostenibilità nei processi e nelle decisioni di investimento;
• considera gli effetti negativi sui fattori di sostenibilità nelle decisioni di investimento.

Integrazione dei rischi di sostenibilità nel processo d’Investimento

Mediolanum Gestione Fondi SGR p.A. (di seguito MGF) , in qualità di partecipante ai mercati finanziari, mira, con il proprio approccio, ad integrare nel processo di investimento metodologie di selezione di strumenti finanziari anche sulla base dei fattori ambientali, sociali e di governance (ESG). MGF ritiene che l’integrazione di fattori ESG sia elemento necessario per il perseguimento di performance sostenibili nel tempo. Si ritiene infatti che società con elevati standard di governance, che nei loro processi tengono conto di fattori ESG, hanno più probabilità di ottenere profitti sostenibili nel tempo.

L’analisi di tali fattori ESG avviene utilizzando:
• le informazioni fornite da infoproviders esterni  che assegnano un ESG rating alle società oggetto di analisi (più alto per gli emittenti più virtuosi, più basso per quelli meno attenti a questi temi). Qualora tale rating non sia disponibile, la SGR può procedere con l’analisi delle dichiarazioni non finanziarie pubblicate sui siti internet delle società o, in alternativa, con l’invio di questionari direttamente agli emittenti interessati al fine di acquisire le informazioni necessarie per le opportune valutazioni;
• le eventuali notizie con potenziale impatto negativo sulle società in termini ambientali, sociali e di governance (quali ad esempio cause legali per inquinamento, coinvolgimento in episodi di corruzione nella gestione del business, violazione dei diritti umani e dei lavoratori, etc). 

MGF ha  implementato, inoltre, un’attività di monitoraggio al fine di assicurare nel tempo un posizionamento ESG dei portafogli gestiti  coerente con le linee guida e i parametri stabiliti internamente.
Qualora, dalle analisi descritte nei punti precedenti, dovessero emergere delle criticità su società detenute in percentuale rilevante, al fine di valutare eventuali impatti negativi sugli investimenti, la SGR  valuta l’opportunità di organizzare incontri specifici con le società (engagement individuale) al fine di sensibilizzare il management in merito alle problematiche rilevate.



Trasparenza degli effetti negativi per la sostenibilità

Attraverso il proprio sistema di scoring ESG, Mediolanum Gestione Fondi mira a considerare gli effetti negativi sui fattori di sostenibilità, sia attuali che potenziali, connessi agli investimenti.
Lo score ESG, infatti, incorpora gli effetti che le attività, i prodotti e i servizi delle aziende possono avere sull'ambiente, sulla società in generale e sulle pratiche del governo societario, come ad esempio l'impronta delle emissioni di anidride carbonica di un'azienda, il modo in cui questa si relaziona con il proprio personale, le condizioni di lavoro, i controlli a livello di governance per ridurre i costi associati alle controversie. 
Qualora, dalle analisi svolte, dovessero emergere delle criticità, la SGR  valuta l’opportunità di organizzare incontri specifici con le società (engagement individuale o engagement collettivo con altri investitori istituzionali) al fine di sensibilizzare il management in merito alle problematiche rilevate.
MGF ritiene infatti che il dialogo continuo con gli emittenti partecipati consenta di tutelarne il valore nel lungo termine mediante una corretta gestione dei rischi. A tal fine si ricorda che la SGR ha aderito ai Principi Italiani di Stewardship emessi da Assogestioni, la cui applicazione è dettagliata nella “Policy di impegno e strategia per l’esercizio del diritto di voto” approvata dal Consiglio di Amministrazione e pubblicata sul sito internet della società.


Integrazione dei rischi di sostenibilità nelle politiche di remunerazione

L’applicazione delle politiche retributive definite da Mediolanum Gestione fondi permette un miglior allineamento tra l’interesse dei clienti e investitori, quello del “management” della società e quello degli azionisti, sia in un’ottica di breve periodo attraverso la massimizzazione della creazione di valore per gli investitori, sia un’ottica di lungo periodo attraverso un’attenta gestione dei rischi aziendali e della sostenibilità nel perseguimento delle strategie.
A tal proposito Mediolanum Gestione Fondi si impegna a perseguire una progressiva integrazione dei temi di sostenibilità ambientale, sociale e di governance all’interno della strategia, della gestione dei rischi e dei processi di remunerazione, promuovendo un approccio sistemico, inclusivo e trasparente che sia in grado di garantire anche il rispetto dei principi di pluralità, pari opportunità, equità e non discriminazione di genere. 
In particolare, i criteri di remunerazione, basati su parametri oggettivi legati alle performance ed in linea con gli obiettivi strategici di medio/lungo periodo, rappresentano lo strumento in grado di stimolare maggiormente l’impegno di tutti i soggetti interessati, rispondendo dunque al meglio agli interessi della società, coniugando crescita economica e sviluppo sostenibile.


Glossario


• ESG

Indica attraverso le iniziali delle parole Environmental, Social e Governance (ambiente, sociale e governance) una serie di aspetti di valutazione riferiti alla sfera non finanziaria utili a giudicare la sostenibilità degli investimenti, in un’ottica di valutazione complessiva di un'attività o un'impresa.

• Rischio di sostenibilità

ai sensi dell'Art. 2, par. 22 del SFDR, indica un evento o una condizione di tipo ambientale, sociale o di governance che, se si verifica, potrebbe provocare un significativo impatto negativo effettivo o potenziale sul valore dell’investimento.

• Fattori di sostenibilità

o fattori ESG, ai sensi dell'Art. 2, par. 24 del SFDR, indicano le problematiche ambientali, sociali e concernenti il personale, il rispetto dei diritti umani e le questioni relative alla lotta alla corruzione attiva e passiva.

 

Glossario


• ESG

Indica attraverso le iniziali delle parole Environmental, Social e Governance (ambiente, sociale e governance) una serie di aspetti di valutazione riferiti alla sfera non finanziaria utili a giudicare la sostenibilità degli investimenti, in un’ottica di valutazione complessiva di un'attività o un'impresa.

• Rischio di sostenibilità

ai sensi dell'Art. 2, par. 22 del SFDR, indica un evento o una condizione di tipo ambientale, sociale o di governance che, se si verifica, potrebbe provocare un significativo impatto negativo effettivo o potenziale sul valore dell’investimento.

• Fattori di sostenibilità

o fattori ESG, ai sensi dell'Art. 2, par. 24 del SFDR, indicano le problematiche ambientali, sociali e concernenti il personale, il rispetto dei diritti umani e le questioni relative alla lotta alla corruzione attiva e passiva.