Reclami e Ricorsi (ACF)

Eventuali lamentele riguardanti il rapporto contrattuale o la relazione con la Società possono essere inoltrati per iscritto a: 


Mediolanum Gestione Fondi Sgr.p.A.
Ufficio Reclami
Via Francesco Sforza, 15
20080 Basiglio - Milano 3
Fax +39 02 9049 2649
Tempi di gestione dei reclami
La Società fornirà riscontro scritto al cliente nel più breve tempo possibile e comunque entro il termine di 60 giorni (30 giorni di calendario nel caso di reclami aventi ad oggetto il trattamento dei dati personali ovvero 90 giorni se le operazioni necessarie per un integrale riscontro sono di particolare complessità), dopo aver condotto le necessarie verifiche. Qualora nel corso dell'istruttoria dovessero ravvisarsi aspetti che richiedono tempi di gestione più lunghi, sarà cura della Società contattare il cliente per segnalare l'eventuale ritardo rispetto al termine massimo indicato e un nuovo termine previsto per l'evasione della richiesta finale.

Riscontro dei reclami
Alle richieste ricevute per posta, via fax o via e-mail la Società fornirà riscontro scritto all'indirizzo di residenza del cliente. La risposta potrà essere inviata via Fax o via e-mail solo su espressa richiesta del cliente medesimo.

Ricorsi
Nel caso in cui l’Investitore non dovesse ritenersi soddisfatto dall’esito del reclamo, prima di rivolgersi all’Autorità Giudiziaria, è possibile rivolgersi all’Arbitro per le Controversie Finanziarie ("ACF") istituito presso la Consob per la risoluzione stragiudiziale di controversie, ai sensi del D.Lgs. 8 ottobre 2007 n. 179, con Delibera n. 19602 del 4 maggio 2016. L’ACF è competente a dirimere le controversie tra fra Investitori ed Intermediari relative alla violazione da parte di questi ultimi degli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza previsti nei confronti degli Investitori nell’esercizio delle attività disciplinate nella parte II del TUF.
Il ricorso può essere presentato dall’investitore personalmente o attraverso un procuratore, ovvero un’associazione rappresentativa degli interessi dei consumatori. Il ricorso per essere ricevibile deve avere per oggetto fatti o rapporti in relazione ai quali:
- la somma richiesta all’Intermediario non superi i € 500.000,00;
- non siano pendenti altre procedure di risoluzione extragiudiziale delle controversie;
- sia stato preventivamente presentato reclamo al quale sia stata fornita espressa risposta, ovvero siano decorsi più di sessanta giorni dalla sua presentazione senza che l’intermediario abbia comunicato all’investitore le proprie determinazioni.
Il diritto di ricorrere all’ACF è irrinunciabile, gratuito e sempre esercitabile anche in presenza di clausole di devoluzione delle controversie ad altri organismi di risoluzione extragiudiziale contenute nel Contratto.
Per presentare un ricorso all’Arbitro per le Controversie Finanziarie o avere maggiori informazioni sulle modalità di svolgimento della procedura è disponibile il sito: www.acf.consob.it

Riferimenti per gli aderenti al Fondo pensione aperto Previgest Fund Mediolanum
Qualora l'esponente non si ritenga soddisfatto dall'esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo di 45 giorni, potrà rivolgersi, corredando l'esposto della documentazione relativa al reclamo trattato dalla Compagnia, alla COVIP, Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione, Via in Arcione, 71 - 00187 ROMA, Centralino telefonico: 06.69506.1, Fax: 06.69506.304 o trasmettere copia dell'esposto da una casella di posta elettronica certificata all'indirizzo PEC protocollo@pec.covip.it. Nel sito della Covip, all'indirizzo www.covip.it è inoltre pubblicata una Guida nella quale si forniscono pratiche indicazioni su come presentare un esposto, per segnalare alla Commissione eventuali irregolarità o comportamenti impropri da parte dei fondi pensione. Si evidenzia che il reclamo deve riportare l'identificazione del numero di iscrizione all'albo Covip della forma pensionistica interessata (n° 34 per Previgest Fund Mediolanum).