Informazioni specifiche relative a prodotti che perseguono una strategia di investimento sostenibile

Mediolanum Gestione Fondi SGR p.A. (“SGR” o “Società”) ha intrapreso un percorso finalizzato all’integrazione dei fattori ambientali, sociali e di governance (“ESG”) nei processi di selezione degli investimenti e di gestione dei rischi relativi ai portafogli dei propri fondi comuni.


L’impegno della SGR verso le tematiche ESG è orientato allo sviluppo di un approccio responsabile teso a promuovere la virtuosa correlazione tra i criteri tradizionali di valutazione degli investimenti e la misurazione delle performance ambientali e sociali.


Attualmente, la SGR gestisce un fondo comune di investimento di tipo flessibile, denominato “MEDIOLANUM FLESSIBILE FUTURO SOSTENIBILE” (il “Fondo”), la cui politica di investimento è ispirata alla valorizzazione dei criteri ESG ed è tesa a generare valore finanziario sostenibile nel tempo.


A tal fine, è stato definito un processo di selezione dei titoli volto a coniugare gli obiettivi economici e di redditività con i fattori di tutela ambientale, di sviluppo sociale e di buon governo.


Nell’ambito delle scelte di investimento, la SGR considera anche le informazioni di natura ambientale, sociale e di governance (cd. "Environmental, Social and Governance – ESG") degli emittenti selezionati, attribuendo ai tre fattori una diversa incidenza in relazione al settore di appartenenza degli emittenti stessi.
In aggiunta, vengono valutati parametri che stimano, per il portafoglio complessivo, le emissioni di gas ad effetto serra.


L’analisi di tali fattori avviene utilizzando le informazioni fornite da infoproviders esterni che assegnano un ESG rating alle società oggetto di analisi. Qualora tale rating non sia disponibile, la SGR può procedere con l’analisi delle dichiarazioni non finanziarie pubblicate sui siti internet delle possibili società target. La SGR valuta inoltre eventuali notizie con potenziale impatto negativo sugli investimenti target in relazione ai fattori ambientali, sociali e di governance.


La SGR verifica che l’esposizione complessiva del portafoglio verso società/OICR cui è stato attribuito un basso rating ESG o senza rating sia contenuta e che lo score ESG complessivo del portafoglio del fondo mantenga un punteggio soddisfacente e stabile nel tempo


In tale contesto, la SGR può avvalersi della consulenza di advisor specializzati, i quali saranno incaricati di supportare e assistere la Società nell’allocazione sostenibile e responsabile degli asset del Fondo e nella definizione della più adeguata strategia di investimento.


In caso di investimento del Fondo in quote o azioni di OICR, l'attività di selezione dei titoli è effettuata avuto riguardo alle politiche di investimento degli OICR medesimi.


La SGR ha istituito, a tal fine, un ufficio dedicato alle attività di presidio delle tematiche ESG.